Biografia

Gli Smorfiàcc, che nell’antico dialetto “gaì” può essere interpretato sia come “suonatori” che come “suonati”, si presentano come ripropositori della tradizione musicale bergamasca e bresciana. Pur rimanendo in ambito strettamente popolare, gli arrangiamenti cercano di far rivivere lo spirito pulsante ed energico della musica tradizionale creando ed evidenziando similitudini, in alcuni brani, con la musica d’oltralpe. I brani provengono dal repertorio dei campanari, da pubblicazioni dei ricercatori e da ricerche degli stessi componenti del gruppo: sono in prevalenza ballabili (valzer, polche, mazurche, scotis, monfrine) e melodie, cantate e non, arrangiate in stile degli stessi Smorfiàcc. Con la presenza dello studioso e ricercatore di storia, tradizioni e dialetti dell’area lombardo orientale: Liloni Franco, che nel gruppo ricopre il ruolo di cantante, gli Smorfiàcc propongono interventi che sommano all’aspetto musicale anche quello propriamente culturale.
Gli Smorfiàcc vogliono trasmettere la passione e l’amore per una musica che al giorno d’oggi è poco valorizzata, ma che ha ancora molto da esprimere.